Ciao Carlo, ho appena finito di leggere il tuo romanzo "Il Falsario di Reliquie" che ha vinto l'edizione 2015 del difficilissimo torneo Ioscrittore (https://www.ioscrittore.it/ Il che prevede che gli stessi autori leggano e giudichino dieci fra le altre opere in concorso. Vincitore assoluto, hai sbaragliato quasi 4.000 concorrenti. Il tuo è un romanzo che si inserisce in un filone classico, il giallo storico, ma, allo stesso tempo, ha una serie di caratteristiche originali: basato su eventi accaduti realmente, la scrittura volutamente moderna, l'accuratezza della lingua e della ricerca. Tra le righe, poi, si legge una rilettura critica della storia e della contemporaneità. Sono andata troppo oltre?

 

dropdown
LOGOPNG

Il Fattore Umano

Il Fattore Umano


facebook
twitter
linkedin
instagram

facebook
twitter
linkedin
instagram

Powered by Sinacotec Srl

18/10/2018, 19:27



Guardare-fiorire


 



Avevo una bouganville che non fioriva. Per lunghi anni ho aspettato che lo facesse.Ho provato di tutto, blandizie, minacce, potature, concimi, attese. Alla fine avevo pensato di sbarazzarmene, di buttarla via. Ma ogni volta non riuscivo. Mi commuovevo sia di fronte alle sue foglie verdi che ai rami spogli d’inverno.Amo tutte le mie piante, ma nessuna ho desiderato come la bouganville.Sono un essere nostalgico e ne avevo una che fioriva sulla parete accanto al balcone nella casa della mia infanzia. Per me era il fiore dei fiori.Nessuna pianta avevo specificamente scelto, richiesto e voluto, tranne la bouganville. Ma lei, che mi era stata portata in pieno fiore, per 9 lunghi anni si è rifiutata di fiorire.Allora in occasione di lavori a casa l’ho spostata sull’altro terrazzo, dove avrebbe presto il sole del mattino.A inizio primavera ho cominciato a spiarla, come si spia nel cortile della scuola il ragazzo che ti piace, sperando di cogliere un suo sguardo.E qualche giorno fa, per la prima volta l’ho vista fiorire.Non so quale sia la morale di questa storia, forse ce n’è più di una, che ho fatto bene a non arrendermi, che ci sono posti in cui, semplicemente, non si riesce a fiorire, che la felicità è un piccolo fiore porpora, che se ami un fiore abbastanza a lungo, alla fine lui ricambierà o, ancora, che ci si può innamorare persino di un fiore se ci fa soffrire abbastanza. 


1
Create a website