Ciao Carlo, ho appena finito di leggere il tuo romanzo "Il Falsario di Reliquie" che ha vinto l'edizione 2015 del difficilissimo torneo Ioscrittore (https://www.ioscrittore.it/ Il che prevede che gli stessi autori leggano e giudichino dieci fra le altre opere in concorso. Vincitore assoluto, hai sbaragliato quasi 4.000 concorrenti. Il tuo è un romanzo che si inserisce in un filone classico, il giallo storico, ma, allo stesso tempo, ha una serie di caratteristiche originali: basato su eventi accaduti realmente, la scrittura volutamente moderna, l'accuratezza della lingua e della ricerca. Tra le righe, poi, si legge una rilettura critica della storia e della contemporaneità. Sono andata troppo oltre?

 

dropdown
LOGOPNG

facebook
twitter
linkedin
instagram

Il Fattore Umano

Il Fattore Umano


facebook
twitter
linkedin
instagram

Powered by Sinecotec Srl -© 2019 Il Fattore Umano. All Rights Reserved - Privacy Policy - FAQ

Massimo Ceccovecchi

Qualcosa su Massimo

 

Vorrei avere il potere di Jean-Baptiste Grenouille. Grenouille è il protagonista di Profumo un romanzo di Patrick Suskind ed è un uomo che percepisce e domina qualsiasi tipo di odore che esista al mondo. In questa maniera riesce ad entrare nel cuore e nell'anima di ogni essere vivente dulla terra. Se fossi un libro, infatti, sicuramente sarei Profumo di Suskind, un romanzo con sogni, paure, certezze, tragedie, sensibilità, fantasia, orrore, eleganza, confusione, raffinatezza, estro e tanto amore.

Esattamente come me.

 

Se potessi essere un film vorrei essere Big Fish di Tim Burton. La vita non è in quello che fai ma in come lo fai e in quello che sei.

Si può arrivare in cima al mondo anche salendo su uno sgabello.

 

Se fossi una canzone sarei Don Chisciotte di F. Guccini:
"Sancho ascoltami, ti prego, sono stato anch'io un realista,
ma ormai oggi me ne frego e, anche se ho una buona vista,
l'apparenza delle cose come vedi non m'inganna,
preferisco le sorprese di quest'anima tiranna
che trasforma coi suoi trucchi la realtà che hai lì davanti,
ma ti apre nuovi occhi e ti accende i sentimenti.
Prima d'oggi mi annoiavo e volevo anche morire,
ma ora sono un uomo nuovo che non teme di soffrire..."

 

Una delle cose più divertenti che mi è capitata è avvenuta mentre

stavo montando una tenda in campeggio. Arrivò una famiglia che non era mai stata in campeggio con la moglie, super sofisticata, che non ne voleva proprio sapere di dormire in tenda. Aveva i tacchi, un vestitino bianco lungo e un cappello a tesa larga. Vennero vicino alla mia piazzola e gli consigliai di spostarsi un po' perché eravamo troppo vicini e ci saremmo dati “fastidio”. Tra una lamentela e un rimprovero al marito questa signora si mise a montare la tenda. Non so come fu possibile ma mentre picchettavano, bucarono il tubo di scarico del gabinetto di un bungalow proprio mentre l'inquilino del bungalow scarico' lo sciacquone. Il risultato fu che questi due poveracci furono investiti da un getto di acqua putribonda. La dicotomia dei personaggi con la scena rese quel momento  così comico che tutto il campeggio ancora ride. Caricarono i bagagli appena scaricati, misero i figlioli in machina e ancora sporchi di liquame se ne andarono lasciando la tenda mezza picchettata.

 

 

Se potessi regalare una mia caratteristica a tutti sarebbe saper prendere la vita con un po' più di leggerezza. 

 

 

 

 

WhatsAppImage2019-04-06at08.37.54.jpegWhatsAppImage2019-04-06at08.37.47.jpegWhatsAppImage2019-04-06at08.37.39.jpeg
Create a website